giovedì

I flavour texts delle carte di Magic nell'educazione del fanciullo

Quante volte i genitori non sanno cosa insegnare ai figli? In questo, Magic potrebbe essere utile.

A tuo figlio gli dicono che è un coglione magari? Ecco la frase appropriata: "Gli amici ti dicono ciò che vuoi sapere, i nemici ciò che devi sapere". Prendi atto dagli stronzi che ti ritrovi in classe che magari hai fatto la figura del fesso e vedila come una specie di critica costruttiva. Non fare più il fesso.
Un'altra frase - da utilizzare quando tuo figlio incontra qualcuno che non valuta granchè - ce la propone Kaervak: "Se è insignificante, ignoralo o uccidilo: qualsiasi altra cosa gli renderebbe onore".
Certo non dev'essere presa come un'istigazione a delinquere.
Quando, in mezzo ai suoi coetanei di cinque anni, tuo figlio batterà qualcuno a palla prigioniera, cosa dovrà dire, facendo quello che se la sente calda? "Un giorno, qualcuno mi batterà. Ma non sarà oggi e non sarai tu".
Oppure, come prepararlo, quando sarà protagonista di un evento come la laurea, la quaresima, le recite scolastiche? Le tipiche occasioni dove non devi preoccuparti di tutti, ma solo di quei pochi che ti osservano con interesse? "Un pubblico composto da uno solo con la malvagità di migliaia".

Tanto anche a fare i seri capirebbe fischi per fiaschi, non vale la pena perderci troppo tempo...

3 commenti:

Matteo Maria ha detto...

k'ultima carta è l'arena di phyrezia vero?

sono ababstanza nerd da riconoscerle così...
povero me..

cmq il flavour test migliore rimane quello di hatred (odio) carta esodo

Matteo Maria ha detto...

e in più questo

http://purplesprout458.deviantart.com/art/Defenestration-155986323?q=gallery%3APurpleSprout458&qo=406

bizio ha detto...

si, hai perfettamente ragione :)

e quella cosa che hai postato è fantastica!!!

La risposta

è ricercabile tramite numeri primi o potenze di due. Che però è sbagliata